Una rassegna sistematica degli effetti delle radiazioni terapia in testa e del collo.

Una revisione sistematica di studi di radioterapia in diversi tipi di tumore è stata effettuata dal Consiglio svedese of Technology Assessment in Health Care (SBU). Le procedure per la valutazione della letteratura scientifica sono descritti separatamente (Acta Oncol 2003; 42: 357-365). Questa sintesi della letteratura sulla radioterapia per tumori della testa e del collo si basa su dati provenienti da 39 studi clinici randomizzati e 1 meta-analisi. In totale, 40 sono inclusi articoli scientifici, coinvolgendo 20893 pazienti. I risultati sono stati confrontati con quelli di una panoramica simile da 1996 cui 79 174 pazienti. Le conclusioni possono essere riassunte come segue: generale, non rinofaringe. Una sostanziale evidenza indica che l’effetto di tumore radioterapia può essere aumentata la somministrazione concomitante di agenti chemioterapici, in particolare cisplatino e 5-fluorouracile. Vi è moderata evidenza di un beneficio di sopravvivenza di radiazione in combinazione con la chemioterapia concomitante rispetto alla sola radioterapia. Tuttavia, i risultati sono ambigui. C’è una sostanziale evidenza in studi pubblicati per un aumento della frequenza di gravi effetti collaterali acuti a causa concomitante di chemioterapia e radioterapia. Ci sono pochi studi che consentono alcuna stima del rischio di gravi effetti collaterali tardivi. C’è una debole indicazione di un aumentato rischio per la fibrosi grave. Commento: La qualità generale degli studi e la mancanza di informazioni sugli effetti collaterali gravi indicano la necessità per i grandi studi clinici ben disegnati, con un ragionevole follow-up. Conservazione della laringe studi. C’è una forte evidenza che la conservazione della laringe è possibile nel 50% dei pazienti che sopravvivono per 5 anni con cancro ipofaringee quando trattati con chemioterapia neoadiuvante e radioterapia radicale Vi è una tendenza non significativa per la sopravvivenza complessiva sia inferiore a non-chirurgico, i pazienti trattati rispetto in quelli trattati con la chirurgia primaria e Rinofaringe radioterapia post-operatoria. Vi è moderata evidenza che i pazienti con carcinomi del rinofaringe, del beneficio di tipo endemico dalla terapia con una combinazione di chemioterapia e radioterapia radicale. Tuttavia, i risultati degli studi riportati sono equivoci. Vi è qualche indicazione che gli effetti collaterali acuti delle radiazioni sono più gravi nel contesto concomitante che in neoadiuvante. Commento: Non ci sono dati sulla grave tossicità tardiva. Dose, orari di frazionamento. Ci sono alcune prove che gli orari di alcuni di frazionamento alterato migliorare il controllo del tumore senza aumentare gravi effetti collaterali tardivi. Vi è qualche evidenza che i tessuti nervosi sono più suscettibili ai danni da frazionamento alterato. Dati concreti mostrano che il frazionamento alterato aumenta gli effetti collaterali acuti. Vi è moderata evidenza che iperfrazionamento accelerato può ridurre la frequenza di gravi effetti collaterali tardivi, pur mantenendo un effetto simile tumore come sensibilizzatori cellulari convenzionali di radioterapia ipossiche. Maggiormente segnalato prove respingere l’utilità di nitroimidazolo derivati ​​per la sensibilizzazione delle cellule tumorali ipossiche. Vi è qualche evidenza che i pazienti con tumori della faringe e della laringe possono beneficiare di sensibilizzazione per nimorazole. Trattamento profilattico di effetti collaterali. C’è una debole evidenza che gli antibiotici locali hanno un effetto clinicamente significativo nel prevenire gli effetti collaterali acuti radioterapia. Ci sono prove sufficienti che gli agenti radioprotezionistica offrono una protezione clinicamente significativa delle ghiandole parotidi (uno studio in due pubblicazioni). Ci sono prove sufficienti che gli agenti radioprotezionistica non risparmiano tessuto tumorale. Dalla precedente relazione non studi randomizzati hanno confrontato l’efficacia della radioterapia a fasci esterni e la brachiterapia sono stati eseguiti. Entrambi i metodi sono ben noti e hanno indipendentemente dimostrato di essere efficaci nel trattamento di alcuni testa e del collo. Non è possibile trarre conclusioni circa la loro efficacia relativa. Dalla precedente relazione sono dati per guidare l’utilizzo della radioterapia intraoperatoria sono stati identificati.
This translation has been produced by an automated software. If you wish to submit your own translation, please send it to translations@epistemonikos.org

Una rassegna sistematica degli effetti delle radiazioni terapia in testa e del collo.ultima modifica: 2013-07-24T07:43:00+02:00da weefvvgbggf
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.