29 Gennaio 2008/23 la mia giornata della memoria

image

29 Gennaio 2008 la mia giornata della memoria
Il giorno più lungo ed il più corto della mia vita.
Più lungo perche iniziato il 22 gennaio quando a Desio il primario del reparto di otorino mi dette la diagnosi di tumore maligno alla laringe e che avrebbe dovuto asportare assieme a tiroide e farmi diventare laringectomizzato totale.
Tutto ebbe inizio ancora prima il 7 gennaio con un ricovero per togliere dei polipi alle corde vocali con biopsia e tac con liquido di contrasto dove si scopri la “bestia” che mi portavo dentro.
Anche il giorno piu corto perché dalle 7.00 alle 19.00 sono in sala operatoria addormentato e visto che i valori vitali reggevano hanno fatto un lavoro certosino senza nessuna fretta,lavoro che mi permise di tornare a parlare con voce esofagea neanche dopo una settimana dall’intervento…
Oggi sono 16 anni da quel giorno dove ad aspettarmi fuori dalla sala operatoria c’era mamma e zia Liliana che purtroppo oggi non ci sono più…
Rivivrei quel giorno anche soltanto per risvegliarmi nella camera dell’ospedale e averle ancora ai piedi del mio letto…

Dicembre 2023

image19-e1678973116719

Mi ricordo quando piccolo uscivo dalla scuola elementare brunacci di Milano e cercavo la tua faccia mamma che venivi a prendermi per tornare a casa…
In questi periodi si mangiava di fretta e dopo riposino e fatti compiti si usciva per corso San Gottardo illuminato per prendere i regali e per fare la grande spesa per le feste…
Ecco io mi sento così sono vicino al portone della scuola ma non vedo il tuo viso,continuo a guardare da 6 anni ma non ti vedo ed è doloroso il ritorno a casa sapendo che non sei neanche al balcone ad aspettarmi…

16 Marzo 2018 – 16 Marzo 2022 Mamma

Immagine

16 Marzo 2018 – 16 Marzo 2022

Mamma

sei stata la prima persona che quando io nacqui mi prese tra le sue braccia per calmare il mio pianto,forse sapevo che io sarei stato l’ultima cosa che avresti visto assieme ai miei fratelli e sorelle e come allora piansi…

Oggi sono 4 anni che sei partita verso il nuovo mondo,non morta,perché nel mio cuore non sei morta sei solo in un altro posto ed oggi è un altro giorno che si somma a quelli in cui non mi sei accanto ma uno in meno al giorno che ci ritroveremo .

Ci ritroveremmo te senza acciacchi come la prima volta che ti vidi ed io senza lo stoma che mi storpia la voce…

Mi manchi tanto anzi ci manchi tanto…

16 Marzo 2018-2020

n

Oggi sono due anni che manchi

Ti immagino in questo periodo di CoronaVirus prendermi in braccio come quando ero piccolo che avevo paura del buio,o quando cercavi di spiegarmi cosa è la vita…

Io non avevo capito che cercavi di prepararmi a un domani quando sarei rimasto senza te ma io non volevo capire pensavo che eri la mia super eroina e si sa le eroine non muoiono mai,invecchiano ma non muoiono invece due anni fa mi hai mostrato tutta la fragilità dell’essere umano .

E non mi vengano a dire il tempo aiuta a chiudere le ferite,non è vero perché sono ferite che il tempo fa aumentare come una lunga e continua tortura e che uno continua perchè chi se ne è andato vorrebbe che chi rimane continui a vivere e di essere ricordato per i momenti vissuti assieme