Brasile Lula ha un tumore alla laringe

L’ex presidente Lula da Silva

San Paolo – Un tumore maligno alla laringe è stato diagnosticato oggi all’ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva. La brutta notizia, diffusa dai medici dell’ospedale Sirio Libanes di San Paolo, ha preso di sorpresa tutti i brasiliani che hanno dato al «presidente operaio», durante i suoi otto anni di mandato (2003-2010), una popolarità superiore all’80%.

 

Il vizio del fumo e le sue grandi doti di oratore, con la sua caratteristica voce roca, sono imputati come cause principali del cancro che tuttavia è stato diagnosticato molto presto e che non ha ramificazioni né metastasi. «Il paziente sta bene, il tumore non è molto grande. Lula dovrà realizzare a partire da lunedì un trattamento di chemioterapia ambulatoriale: le chance di cura sono eccellenti», hanno detto i medici dell’équipe del prof. Roberto Kalil.

Le dimensioni del tumore sono superiori di poco ai 2 centimetri ed è stato localizzato nella parte superiore della glottide. In una nota, l’attuale presidente brasiliana Dilma Rousseff ha dichiarato che «Lula è un leader, un simbolo, un esempio per tutti noi: sono certa che, con la sua forza, determinazione e capacità di superamento delle avversità di ogni tipo vincerà anche questa sfida».

La «presidenta», che ha superato un cancro linfatico nel 2009, ha aggiunto che grazie agli esami preventivi il tumore è stato scoperto in uno stadio che permette di essere curato. Lula aveva sofferto di abbassamento di voce giovedì, nel festeggiare in famiglia il suo 66mo compleanno. Per questo ieri si era recato a fare degli esami medici nell’ospedale di San Paolo che è annoverato tra le migliori policlinici del mondo.

«Lula è un fanatico dei sigaretti baiani – ha detto Kennedy Alencar, un reporter che era presente alla festa di compleanno – L’ex sindacalista è già conosciuto per la sua voce roca, ma quella sera l’aveva ancora più roca del solito». Lula aveva registrato in quell’occasione un breve video del Pertido dos Trabalhadores nel quale afferma di avere «molto orgoglio nel compiere 66 anni, più della metà dei quali li ho dedicati alla lotta per la democrazia e per il miglioramento della vita del popolo».

L’ex presidente aveva viaggiato molto in questi ultimi tempi, in Amazzonia con la Rousseff, in Messico, in Spagna.

Lula è stimato da molti collaboratori come iperattivo: ha realizzato più di 50 viaggi in Brasile e all’estero da quando alla fine del 2010 ha concluso il suo mandato. «Anticamente il tumore di laringe era trattato togliendo la laringe intera – ha detto l’oncologo del Sirio Libanes, Drauzio Varella – L’indice di cura è alto, sull’80 per cento, dipendendo dal momento in cui il tumore è scoperto e dalla sua grandezza. Un tumore piccolo si cura facilmente. Ma quasi certamente Lula non sarà più l’oratore che era».

Il cancro, diagnosticato oggi al «presidente operaio» Luiz Inacio Lula da Silva, è un incubo crescente per i capi di stato latinoamericani in questi ultimi tempi: il presidente venezuelanoHugo Chavez sta lottando contro un sarcoma, ma anche l’attuale presidente brasiliana Dilma Rousseff e il paraguayano Fernando Lugo hanno sofferto di recente di tumori linfatici. Nel luglio 2006 l’allora presidente cubano Fidel Castro, 85 anni, ha avuto un’emorragia, probabilmente per un tumore intestinale, che lo ha estromesso fino ad oggi dal potere.

Un tumore molto aggressivo è stato diagnosticato a Chavez, di 57 anni, mentre si trovava a Cuba per degli esami a giugno. Un chirurgo venezuelano che ha integrato l’équipe medica del presidente ha detto che l’aspettativa di vita di Chavez non supererà i due anni. Ma il guru della rivoluzione boliviana si è detto invece ottimista. Si è sottoposto già a quattro sessioni di chemioterapia a Cuba e a Caracas. Molte persone si sono rapate a zero per solidarietà con Chavez che è presidente del Venezuela ininterrottamente dal 1998.

La «presidenta» Rousseff, di 63 anni, ha tolto un linfonodo sotto l’ascella nel 2009 nello stesso ospedale Sirio Libanes di San Paolo, giudicato uno delle strutture mediche migliori del mondo. Lo spavento era stato grande per la candidata favorita alla successione a Lula, ma dopo un trattamento di chemioterapia che l’ha lasciata quasi calva, la Rousseff si è ripresa rapidamente. I medici l’hanno data come definitivamente curata al pari, a maggio, del presidente paraguayano Lugo, di 60 anni, che aveva fatto la spola tra Asuncion e il Sirio Libanes dopo la diagnosi di un cancro linfatico nell’agosto del 2010. Il vice presidente del Brasile sotto Lula, José Alencar, ha sofferto dal 2000 di un cancro all’addome, ma ha resistito con vari ricoveri al Sirio Libanes fino al marzo scorso, coprendo tutti gli otto anni di mandato presidenziale dell’ex sindacalista.

http://www.ilsecoloxix.it/p/mondo/2011/10/29/AO7XSQIB-laringe_tumore_alla.shtml

Brasile Lula ha un tumore alla laringeultima modifica: 2011-10-30T08:09:40+01:00da weefvvgbggf
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.