Taxi per il quorum e sconti sulla pizza: la campagna referendaria 2011 si fa così

battiquorum referendum L’ha insegnato la campagna elettorale per Pisapia: le resistenze di televisioni e giornali non valgono niente se ironia e passaparola riescono a trasformare il concetto di politica come di “Una noia tutta uguale” in un “elemento di partecipazione”. E così – alla faccia degli spot incomprensibili della Rai e dell’“errore di data” del Tg1 – anche la battaglia referendaria sta diventando una pletora di iniziative originali e fuori dal comune, destinate innanzitutto a portare al voto le persone, indipendentemente dalle intenzioni di voto.

In principio fu “battiquorum”, pagina facebook cui aderiva chi voleva andare a votare e voleva farlo sapere: grande produttrice di immagini del profilo simpatiche e convincenti, ha cominciato a raccogliere anche la marea di iniziative simpatiche, ironiche, multimediali o semplicemente pratiche che vogliono “agevolare” la presenza dei votanti al referendum. E così, è di pochi giorni fa l’iniziativa di Taxi Quorum, servizio di “trasporto votanti” gratuito organizzato dai volontari per chi ha difficoltà a raggiungere il seggio. La pagina facebook che lo organizza e pubblicizza promette: “Ricordiamo a chi avesse bisogno di essere accompagnato al seggio di scrivere a battiquorum2011@gmail.com o telefonare a 377.3197008 – Riusciamo a coprire tutte le zone d’Italia!”. Per dare la propria disponibilità, con tanto di mappa Google, si può andare al sito dedicato: nell’evento aggiornato su Facebook, anche Varese è presente.

Da segnalare anche l’evento autorganizzato per venerdì 10 giugno “Informa il pendolare del referendum nazionale”: volantinaggio nelle stazioni organizzato via internet in tutta la penisola (con volantini rigorosamente scaricati dai comitati referendari locali) per ricordare il voto del 12-13 giugno. Anche l’organizzazione di questo evento passa prevalentemente da Facebook

Ma il più incredibile “invito al voto” è “San Tommaso is Back”: ideato dalla cantautrice romana Pilar, coadiuvata dal lavoro di Giovanna Mirabella e di Francesco Lamorgese, l’iniziativa promuove attraverso una rete di eventi la partecipazione al Referendum del 12 e 13 giugno.
Agli eventi di “San Tommaso is Back” potranno partecipare solo coloro che avranno votato al referendum e lo potranno dimostrare esibendo la tessera elettorale timbrata: tra le iniziative in tutta Italia cocktail a prezzo politico, concerti gratis, sconti su tatuaggi, abbigliamento e fumetti, pernottamenti a prezzi stracciati nei bed and breakfast, 20 euro per una visita osteopatica, lezioni gratuite di surf e perfino una performance gratuita a New York.

Diventa fan di BergamoNews su 
Martedi 7 Giugno 2011
STEFANIA RADMAN
stefania.radman@varesenews.it
Taxi per il quorum e sconti sulla pizza: la campagna referendaria 2011 si fa cosìultima modifica: 2011-06-11T16:36:50+02:00da weefvvgbggf
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.