Storia della laringectomia


da Jack Henslee

La laringectomia registrato prima è stata effettuata su un cane nel 1829 da H. Albers. Il cane viveva 9 giorni.

Nel 1866, Patrick Watson di Edimburgo eseguita la laringectomia prima volta su un uomo. Il paziente era 36 anni e la sua laringe era stato distrutto dalla sifilide. Sopravvisse, ma l’operazione è morto qualche settimana più tardi di polmonite, e poiché egli era morto, la procedura è stata generalmente condannati.

Nel 1873, Billroth, di Vienna, eseguito ciò che è considerato il successo laringectomia primo. Il paziente era un uomo di 36 anni con quello che si pensava fosse un tumore su una corda vocale che è stato rimosso. Nove giorni dopo, invece, la laringe tutto doveva essere rimosso perché la crescita e l’infezione si era diffusa era sviluppata. Il paziente è sopravvissuto per 1 anno e poi morì di una ricorrenza.

Dal primo laryngectomies 103 totali effettuati, il 39% è morto per gli effetti immediati dell’operazione (che vanno da alcune ore a 8 settimane) e oltre la metà di questi sono morti di polmonite. Un altro 20% ha avuto una ricorrenza che ha provocato la morte dopo una media di circa 6 mesi. Solo 9 dei primi 103 sono sopravvissuti per più di 1 anno, e il più lungo sopravvissuto durata 5 anni. Per essere considerato di successo, una laringectomia doveva assicurare una sopravvivenza di più di 1 anno, perché si riteneva che questa lunghezza di sopravvivenza potrebbe essere ottenuta solo tracheostomia.

L’accettazione di laryngectomies venuto lentamente per vari motivi. Il motivo principale è stato naturalmente il basso tasso di sopravvivenza. Questo tasso di sopravvivenza (50% o meno) è stata attribuita principalmente alle condizioni igieniche e una riluttanza da parte dei medici (e pazienti) per eseguire durante le prime fasi della malattia. Laryngectomies sono stati considerati da molti come l’ultima risorsa, e per questo reiterazione atteggiamento era comune.

Il trattamento post-operatorio in quei primi giorni anche lasciato molto a desiderare. Nel 1892, Solis-Cohen (il medico che ha eseguito l’laringectomia firstsuccessful negli Stati Uniti) ha dichiarato, “ho paura che ci sia una tendenza a sopravvalutare l’operazione in corso, se non apprezziamo le miserabili condizioni in genere dei pazienti che hanno subito con successo, perché non vi è una differenza importante tra `recupero ‘e la mera’ sopravvivenza ‘dopo l’operazione.”

Un altro motivo comune per non fare laryngectomies era la percezione di molti (tra cui alcuni medici) che la rimozione della capacità di parlare è stato disumano, a prescindere se la vita è stata risparmiata. A causa di questo atteggiamento ci sono stati tentativi di costruire una laringe artificiale fin dall’inizio.

Il primo artificiale laringe registrato è stato creato da un fisiologo ceco (Johann Czermak) nel 1859. E ‘interessante notare che il paziente non era un laryngectomee (che è venuto 14 anni dopo), ma una ragazza di 18 anni che è stato dato una tracheostomia perché la sua laringe era chiuso. Questo dispositivo è costituito da una cannula tracheale e un tubo di metallo con una canna. Sound è stato prodotto inserendo il tubo in bocca ed espirare a vibrare la canna. Nel 1873 uno laringe artificiale è stato messo in prima persona ad avere un successo laringectomia eseguita.

In questi “primi tempi”, l’apertura nella cavità faringea non è stato chiuso, in modo artificiale laringe sono state costruite in una sorta di “forma di T”. Cioè, ci sono stati 2 tubi, uno che esce dal stoma tracheale per la respirazione, e l’altro (con una canna all’interno di esso per il suono) che vanno nella faringe. Ci furono molte varianti di questi dispositivi, e alcuni sono stati segnalati per la produzione di qualità del suono buona, ma sempre lo stesso problema persisteva; aspirazione (la perdita di cibo e liquidi nei polmoni) e alla fine la polmonite.

Abbiamo percorso una lunga strada da allora ….

http://www.larynxlink.com/Library/Health/history.htm

Storia della laringectomiaultima modifica: 2010-04-22T08:31:00+02:00da weefvvgbggf
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.