EROGAZIONE DI PRESIDI E DISPOSITIVI A CONSUMO RIPETUTO PER SOGGETTI PORTATORI DI LARINGECTOMIA E TRACHEOTOMIA

EROGAZIONE DI PRESIDI E DISPOSITIVI A CONSUMO RIPETUTO PER SOGGETTI PORTATORI DI LARINGECTOMIA E TRACHEOTOMIA, DI ENTERO – COLO . UROSTOMIA, DI INCONTINENZA URO – FECALE STABILIZZATA PER SOGGETTI OBBLIGATI A LETTO DA GRAVI PATOLOGIE CRONICHE, PORTATORI DI LESIONI CUTANEE E PIAGHE DA DECUBITO.

La fornitura dei sottoelencati ausili e presidi standardizzati monouso è disciplinata dal D.M.329/99 (Allegato 1 Elenco 2) e dal Decreto n. 321 del 31.05.01

  • ISO 09.15 Ausili per laringectomizzati e tracheotomizzati
  • ISO 09.18 Ausili per entero-colo e uro stomia
  • ISO 09.24 Ausili per incontinenti con sistema di raccolta
  • ISO 09.27 Raccoglitori di urina
  • ISO 09.30 Ausili per incontinenti con sistema di assorbenza
  • ISO 09.21 Ausili per la prevenzione e trattamento delle lesioni cutanee da decubito

Prescrizione

Per ottenere i presidi e dispositivi medici che gli sono necessari, l’assistito deve esibire al Distretto di residenza il certificato redatto dal medico curante che attesta la condizione patologica e la necessità di ausili e presidi a consumo ripetuto e il modello regionale “03” con la prescrizione redatta da medico specialista abilitato, operante nelle Strutture accreditate e/o nel Distretto. Il modello “03” così redatto è valido per un periodo non superiore ad un anno e comunque fino ad eventuale variazione del fabbisogno prescritto. 

Autorizzazione

Il medico del Distretto, valutata la congruità del fabbisogno e autorizza sanitariamente la fornitura. 
L’operatore dell’Ufficio Assistenza Protesica, avvalendosi del sistema informatico, trasmette alla ditta fornitrice aggiudicataria del servizio l’ordine per la consegna a domicilio del fabbisogno trimestrale dei presidi necessari. 
Lo stesso operatore dell’Ufficio Assistenza Protesica custodisce agli atti in un fascicolo personale dell’assistito le copie degli ordini effettuati.
Nell’indicazione del fabbisogno la prima fornitura terrà conto dell’eventuale necessità di verificare l’adattabilità del paziente al dispositivo prescritto, per evitare possibili sprechi.
L’Ufficio Centrale di Controllo istituito presso il Dipartimento Cure Primarie, con Deliberazione n. 435 del 31.10.2002, è a disposizione degli operatori distrettuali per informazione, consulenza e supporto tecnico in materia di assistenza protesica.
L’Ufficio Centrale di Controllo del Dipartimento Cure Primarie acquisisce mensilmente dalla ditta aggiudicataria del servizio la fatturazione relativa ai presidi erogati, suddivisi per classe, con l’indicazione della relativa spesa. 
Gli ausili e presidi a consumo ripetuto sono concedibili, di norma, ai soli cittadini residenti nell’ASL perché non sono soggetti a forme di compensazione interregionale. E’ però possibile fornire ausili e presidi a consumo ripetuto ad assistiti non residenti nell’ASL a condizione che il Distretto acquisisca dall’ASL di residenza del richiedente l’autorizzazione alla fornitura . Il Distretto, acquisita l’autorizzazione, invierà copia della documentazione relativa con l’importo di spesa sostenuta all’U.O. Economico Finanziaria, che emetterà la fatturazione relativa ai prodotti prescritti ed autorizzati a carico dell’ASL di residenza dell’assistito.

Fornitura ausili per laringectomizzati e tracheostomizzati

I seguenti apparecchi e dispositivi sono forniti direttamente, o per il tramite del distretto di residenza, dal Servizio Assistenza Farmaceutica dell’ASL

  • aspiratore elettrico o a batteria (se non viene specificato il tipo, viene fornito l’aspiratore elettrico);
  • solo un tipo di aspiratore per ciascun paziente;
  • sondini per aspirazione: 90 al mese, con la specifica del calibro e del fabbisogno giornaliero.
  • cannule e controcannule con l’indicazione dettagliata del numero, del tipo di cannula e del relativo codice.

In base a prescrizione specialistica motivata e autorizzata dal Distretto, il Servizio Assistenza Farmaceutica dell’ASL può inoltre fornire i seguenti dispositivi, nei quantitativi massimi indicati:

  • metalline: 30 al mese;
  • cateteri mounth: 4 al mese;
  • nasi artificiali: 30 al mese;
  • collarini: 5 al mese;
  • filtri thermovent: 30 al mese;
  • copristoma: 1 al mese.

Fornitura ausili per entero-colo-urostomizzati, per incontinenti e per lesioni da decubito

La ditta aggiudicataria del servizio provvede, con propri automezzi, alla consegna dei presidi autorizzati dal Distretto, al domicilio del destinatario, nel rispetto delle condizioni stabilite dall’apposito capitolato di gara e delle norme vigenti sulla riservatezza.

Fino a diversa disposizione ministeriale e/o regionale sull’argomento, è possibile concedere la fornitura di sistemi di assorbenza associati a sistemi di raccolta, per il fabbisogno mensile massimo consentito da ciascuno dei due codici distintivi, esclusivamente ai soggetti affetti da incontinenza sfinterica e contemporaneamente da ritenzione urinaria, causate da sindrome della spina bifida, da tumori del rachide o da altre gravi lesioni midollari .

FORNITURE A CITTADINI RESIDENTI IN ALTRA A.S.L.

I cittadini che hanno diritto alla fornitura degli ausili, protesi e ortesi, temporaneamente domiciliati ma non residenti nell’A.S.L. della provincia di Como devono richiedere direttamente, o per tramite del Distretto di domiciliazione, la preventiva autorizzazione alla fornitura di quanto prescritto all’ASL di residenza. Il Distretto provvede a documentare la spesa sostenuta all’U.O. Economico-Finanziaria che emetterà regolare fattura all’A.S.L. di residenza che ha autorizzato la fornitura.

OSPITI IN R.S.A.

Di norma le R.S.A che ospitano disabili totalmente non autosufficienti devono provvedere direttamente alla fornitura dei pannoloni per incontinenti, in quanto percepiscono apposito finanziamento regionale e dei letti, materassi e cuscini antidecubito, che sono arredi indispensabili all’accreditamento delle strutture stesse. 
Ausili e presidi protesici diversi da quelli sopra indicati possono essere forniti a persone ospiti in R.S.A, con relativo onere a carico dell’ASL di residenza, con le stesse procedure previste per i disabili e con gli stessi vincoli normativi (che regolano la prescrizione, l’autorizzazione, la fornitura, il collaudo, il comodato d’uso, la gestione in economia dei presidi ricondizionati ecc.), come ribadito dalla nota regionale prot. n. 24262/G del 12.04.99.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

• D.G.R. n.44327 del 13.11.84 e successive modificazioni
• Circolare n.2832 del 01.03.88
• Circolare n.140 del 17.12.91
• Circolare Ministero della Sanità n.500.6/AG 17/1/244 del 11.04.92
• Nota Regionale n.7727/ISSI del 21.05.92
• Circolare 27/SAN del 13.05.93
• Nota regionale prot. n. 24262/G del 12.04.99.
• D.M. 27.08.99
• Circolare Regionale n.31 del 19.06 2000
• Decreto n.321 del 31.05.2001
• Regolamento aziendale per la prescrizione e autorizzazione alla fornitura 
di presidi protesici approvato con deliberazione n.435 del 31.10.2002

 

UN GRAZIE SPECIALE A GIUSEPPE PIOVESAN CHE MI HA MANDATO DRITTA

EROGAZIONE DI PRESIDI E DISPOSITIVI A CONSUMO RIPETUTO PER SOGGETTI PORTATORI DI LARINGECTOMIA E TRACHEOTOMIAultima modifica: 2010-02-04T12:30:00+01:00da weefvvgbggf
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.