LA RELAZIONE TERAPEUTICA CON IL PAZIENTE LARINGECTOMIZZATO

Eugenio Lampacrescia
LA RELAZIONE TERAPEUTICA
CON IL PAZIENTE LARINGECTOMIZZATO

Il manuale tra tta in maniera dettagliata le tecniche di riabilitazione e degli ausili protesici per pazienti laringectomizzati. Oltre i procedimenti terapeutici, l’autore analizza la qualità della relazione terapeutica: un aspetto fondamentale, che non si può scindere dall’intervento tecnico-riabilitativo. Nella relazione terapeutica, infatti, entrano in gioco fattori complessi; al logopedista è richiesta non solo la tecnica, ma la sua umanità e la capacità di instaurare un rapporto con il paziente, per capirne esigenze e problemi e trovare le adeguate soluzioni.
LA RELAZIONE TERAPEUTICA CON IL PAZIENTE LARINGECTOMIZZATO

LA RELAZIONE TERAPEUTICA CON IL PAZIENTE LARINGECTOMIZZATOultima modifica: 2009-01-27T09:35:00+01:00da weefvvgbggf
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “LA RELAZIONE TERAPEUTICA CON IL PAZIENTE LARINGECTOMIZZATO

  1. Grazie per aver pubblicato il mio articolo e la copertina con il commento del mio libro. E’ affascinante “ridare” la voce a chi pensava di averla persa…il successo del paziente è, quindi, anche una grossa gratificazione per il terapista. Successo che, in molti casi, ha anche il vantaggio di essere mediamente rapido. E con la voce che torna, torna anche un bel po’ di speranza e di buon umore!

  2. Lo so che è affascinante tornare a parlare dopo una laringectomia totale,l’ho provato sulla mia pelle essendo stato operato il 29 gennaio 2008 e forse l’idea che mi ero fatto di non poter parlare mi ha portato dopo l’operazione a non essere il timidone di prima,che per parlare mi dovevano tirare le parole con una tenaglia.
    La ringrazio io per aver messo il suo commento al mio modestissimo blog che è fiero di un suo intervento che sperò non sia l’ultimo.
    Saluti Giovanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.